Back To Top

Brand Management: come creare un marchio e tutte le sfide da affrontare

Brand Management: come creare un marchio e tutte le sfide da affrontare

I prodotti non sono mai solo semplici prodotti. Esiste un elemento che li contraddistingue, li identifica e li eleva verso qualcosa di molto più completo rispetto alle caratteristiche meramente funzionali. Un brand si estende ben oltre l’etichetta di un prodotto. 

Starbucks è più di un semplice caffè, Ray Ban è molto più di un paio di occhiali e Nutella non è una semplice crema alle nocciole.

Interagire con questi prodotti permette di vivere “esperienze” che spesso rappresentano il presupposto stesso dell’acquisto. 

Questi concetti sono alla base di una strategia di branding. Dal linguaggio utilizzato per pubblicare un post su Instagram, ai colori della palette dell’ultima campagna pubblicitaria, fino al materiale utilizzato per il packaging: le aziende che desiderano creare brand forti sanno che la comunicazione vive attraverso tutti questi elementi. 

Considerando questi presupposti, quali sono le fasi da seguire per la creazione di un brand di successo? Quali sfide si trova oggi ad affrontare il branding?

Determina la target audience

I clienti sono l’elemento verso cui un brand si rivolge: per questo risulta di fondamentale importanza identificare il proprio target in modo preciso e mirato.
Devi comprendere attentamente a chi parlerà il tuo marchio. A chi serve il tuo prodotto? Chi è il tuo cliente ideale? A quale bisogno risponde il tuo prodotto?
In un mercato ampio e variegato è fondamentale identificare il profilo tipo (persona) del tuo potenziale cliente. Ciò che apprendi sul tuo mercato di riferimento e sulle persone a cui ti rivolgi dovrà necessariamente influenzare le tue decisioni di branding su tutta la linea, quindi fai di questo passo la tua prima priorità.

Definisci in modo chiaro la tua mission

Perché hai creato la tua attività? Rispondere a questo ti aiuterà a costruire la tua missione, che definisce il tuo scopo sul mercato e la passione che pervade la tua organizzazione. La tua missione è un elemento fondamentale del tuo manifesto di marca, che comprende il motivo per cui la tua azienda esiste e per cui le persone dovrebbero avere a cuore il tuo marchio.

Crea gli elementi visivi della tua comunicazione

È il momento di passare a una delle parti più interessanti del brand management: il design degli elementi visivi. Stiamo parlando del tuo logo, della tavolozza dei colori, del font (caratteri), dell’iconografia e di tutti i componenti visivi che ruoteranno intorno alla comunicazione del tuo brand.
Definisci le linee guida visual del tuo brand per assicurarti che chiunque usi il tuo marchio lo faccia in modo accurato e coerente.

Identifica il “tone of voice” del tuo brand

Anche il modo in cui comunichi con il tuo target è considerato parte dell’attività di branding.
Il “tone of voice” del tuo brand è il modo in cui la tua azienda esprime, attraverso i testi, la sua personalità.
Vuoi definire una voce di marca che si connetta e risuoni con il tuo pubblico? Dalle tue campagne pubblicitarie alle caption che utilizzi nei post per i social media, agli articoli del tuo blog, assicurati che il tono di comunicazione del tuo brand sia coerente in tutti i suoi contenuti.

Metti il tuo brand al lavoro

Presta attenzione per assicurarti che il tuo brand venga comunicato nel modo corretto presso tutti i touch points della tua azienda presso il pubblico di riferimento. Sito web, canali social, advertising, packaging, customer service: tutti gli elementi di contatto tra il tuo brand e la target audience devono comunicare i valori del tuo marchio in modo efficace.
Le sfide che oggi si trova ad affrontare il branding ricalcano quelle tradizionali di una gestione del brand management efficace. Ciò che fa la differenza è lo scenario di riferimento: molto più frammentato e multischermo. Il focus sulla coerenza tra i vari canali diviene un elemento fondamentale per una comunicazione coordinata e di impatto.