Back To Top

L’arte del Compositing: cos’è e perchè funziona

L’arte del Compositing: cos’è e perchè funziona

L’arte del Compositing: cos’è e perchè funziona

COS’È IL COMPOSITING?

Mondi fantastici, personaggi surreali ed effetti speciali, con il Compositing tutto quello che immagini può diventare realtà!

Il Compositing è l’arte di miscelare diversi elementi visivi provenienti da fonti separate in singole immagini, in maniera tale da essere credibili e realistici come parte della stessa scena. Risulta una tecnica di manipolazione delle immagini avanzata, che utilizza sofisticati software e sfrutta tutte le potenzialità che offre la computer grafica.

Grazie alla gestione corretta dei diversi livelli diviene possibile tarare mano a mano le varie componenti: gli oggetti realizzati con la grafica 3D sembreranno sempre più appartenere alla scena reale in tutto e per tutto. Una perfetta composizione, infatti, è quella che mette insieme diversi elementi sconnessi fra di loro, facendoli apparire come parte dello stesso spazio. Il compositing può essere applicato sia alle immagini che ai video.

IL SETTORE CINEMATOGRAFICO E IL COMPOSITING

Il campo per eccellenza in cui viene applicato il compositing è il settore cinematografico. Oggi, la maggior parte dei film e delle serie TV vengono realizzati anche con l’uso di questa tecnica: il ragazzino sulla piccola zattera in mezzo al mare in compagnia di una tigre, nella “Vita di Pi”; lo scontro tra Hulk e Thor in “The Avengers”; lo stile fantasy del film “Lo Hobbit” o il cucciolo d’uomo cresciuto da una famiglia di lupi nel “Libro della Giungla”.

Nel cinema, questa tecnica fa uso di ampi spazi in cui vengono installati teli o schermi di colore verde (Green screen) o blu (Blue screen). In questo modo è possibile girare scene con effetti ed ambientazioni specifiche, che verranno inserite digitalmente nella fase di post produzione. Il compositing consente di immergere l’attore e i personaggi presenti nella scena in contesti “impossibili” ma realistici.

IL COMPOSITING PER L’ADVERTISING

La stessa tecnica utilizzata per i video può essere applicata nel mondo delle immagini e del fotoritocco. Il visual compositing viene adottato in maniera particolare in ambito pubblicitario, ma anche nell’architettura e nell’interior design. Campagne pubblicitarie dal grande impatto visivo colmano l’esigenza di dare dinamismo a un’immagine statica e attirare l’attenzione dello spettatore.

Esempio: visual advertising di Dynematica – In questo caso, il compositing ha reso possibile l’integrazione e la sovrapposizione di elementi realizzati in grafica 3D con fotografie reali.

Un elemento alla base del compositing è l’uso corretto della luce. Indispensabile per rendere realistici personaggi, ambienti, oggetti e qualsiasi risorsa presente nella scena. Dopo aver impostato il corretto livello di luce, la color correction servirà a rendere omogenea l’immagine, utilizzando la stessa palette di colori per i diversi elementi presenti nell’immagine. Ombre, sfumature, bilanciamento dei bianchi e dei neri, completeranno un compositing ben riuscito.

Tanti sono gli ambiti che è possibile esplorare con il compositing, non ti resta altro che immergerti e scoprire quello che più ti appassiona!