Back To Top

3 consigli per una fotografia commerciale efficace

3 consigli per una fotografia commerciale efficace

3 consigli per una fotografia commerciale efficace

Una foto può raccontare chi sei, cosa ti rende speciale, come vedi il mondo e come lo interpreti. Attraverso le immagini il tuo brand comunica con il pubblico e grazie ad esse le persone si faranno un’idea della tua azienda. Foto poco curate trasmetteranno ai tuoi potenziali clienti l’impressione di un’azienda per nulla attenta e professionale, provocando danni rilevanti alla tua immagine.

Gli scatti possono servire per la realizzazione di materiale promozionale o di presentazione, per arricchire un menù, per illustrare i prodotti del tuo e-commerce e più in generale per raccontare al meglio la tua azienda, i tuoi prodotti o servizi.

 

La fotografia commerciale ha l’obiettivo di spingere il potenziale cliente ad acquistare un determinato prodotto o servizio, enfatizzandone le caratteristiche e comunicando il giusto messaggio. Ecco perché un’immagine pubblicitaria è il risultato del lavoro di un team di esperti della comunicazione. In questi casi, le diverse professionalità diventano più importanti di una buona attrezzatura. Un esperto di fotografia commerciale si distinguerà per le sue competenze e capacità narrative, conoscenze tecniche ed esperienza.

Un’immagine vale più di mille parole! Una persona, infatti, ricorda l’80% di quello che vede, il 20% di quello che legge ed il 10% di quello che sente. Impara a utilizzare le immagini con cura per creare foto di qualità per il tuo brand!

Vediamo insieme quali sono i 3 principali consigli per una fotografia commerciale davvero efficace!

1. L’importanza della luce

La luce è l’ingrediente fondamentale della fotografia e il primo elemento da valutare quando vuoi immortalare qualsiasi tipo di ambiente, oggetto o persona. Naturale o artificiale, la luce ricopre quindi un ruolo cruciale specialmente nella fotografia commerciale.

La principale classificazione che riguarda l’illuminazione è quella tra luce dura e luce morbida. La luce dura è quella che crea ombre scure e definite, producendo dei forti contrasti tra gli elementi chiari (e illuminati) e scuri presenti nella scena. Generalmente è una luce che viene evitata, anche perché difficile da controllare, ma ci sono anche alcuni soggetti che si prestano a questa tipologia come: geometrie, scene urbane, soggetti spigolosi e immagini in bianco e nero. La luce morbida (o soffusa) illumina la scena in maniera delicata, senza creare forti contrasti tra gli elementi presenti nella scena.

fotografia luce

Un altro fattore da tenere in considerazione è la temperatura della luce, ovvero il suo colore. La luce varia continuamente durante il giorno e proprio per questo dovrai ricordarti di regolare in maniera appropriata il bilanciamento del bianco. Insieme alla temperatura, anche la direzione della luce ricopre la sua importanza, ovvero da che angolazione viene illuminata la scena. Se la luce è naturale saremo costretti ad aspettare determinati momenti della giornata, mentre in caso di luce artificiale puoi decidere tu come far arrivare la luce sul tuo soggetto.

2. La composizione: inquadratura e regola dei terzi

La scelta della giusta inquadratura grazie anche all’utilizzo della “regola dei terzi”, può aiutarti a creare una composizione equilibrata ed efficace. Nella composizione fotografica, il principio alla base della “regola dei terzi” prevede la suddivisione dell’immagine in terzi, collocando il soggetto in uno dei punti di intersezione ottenuti. In questo modo, l’immagine risulta più dinamica e bilanciata al tempo stesso. 

La regola dei terzi viene utilizzata non solo per definire il posizionamento del soggetto ma anche per valutare il punto dell’orizzonte in caso di fotografie panoramiche o paesaggistiche.

3. Un buon foto-ritocco: contrasto, luminosità e saturazione

Nella fotografia commerciale, la post-produzione gioca un ruolo ancora più importante rispetto ad altri settori. È anche grazie a questa fase che si riconosce un professionista di fotografia da uno che non lo è. La foto non deve essere solo bella ma comunicare il giusto messaggio, un’idea, un’emozione e invogliare all’acquisto. Una buona post-produzione può richiedere anche più tempo dello shooting. Si può valutare di inserire alcuni elementi e/o soggetti direttamente in questa fase, richiedendo uno sforzo minore rispetto a riprodurlo all’interno del set.

Un fotografo commerciale professionista non ricorre mai a una post-produzione esagerata. Il suo risultato si basa sempre sulla realtà fotografica per evitare che l’immagine sembri finta o poco professionale. Un buon fotoritocco si basa sicuramente su una regolazione e bilanciamento perfetto del colore e quindi di tre elementi: luminosità, contrasto e saturazione. Saper bilanciare bene questi elementi è fondamentale per ottenere un risultato professionale.

fotoritocco

Compreresti mai un prodotto che in foto non risulta affascinante? Ecco, le foto hanno questo potere! Quello di trasmettere un’emozione che ci indurrà successivamente ad acquistare o meno un determinato prodotto. Affidati a dei professionisti per le immagini del tuo brand!